Il nostro TOP

Scarica il catalogo 2015!


Newsletter
Forum Dei Viaggi

Sudafrica, la vacanza è Mondiale!

di Antonella D’Aponte* (pubblicato sul quotidiano il Nuovo Salernitano il 17 giugno 2010)

 

 

Sarà anche l’atmosfera dei mondiali di calcio, che richiamano sonorità e colori vivaci, ma il Sudafrica sta assumendo il fascino tipico delle terre del mondo che almeno una volta nella vita vale la pena visitare. E’ un paese ricchissimo di attrattive principalmente naturalistiche: il parco Kruger, il più importante del Paese, è affiancato da molti altri parchi a gestione governativa e da un gran numero a gestione privata. I più importanti sono Umfolozi, Khalagadi Transfrontier, Zulu Nyala, laghi di Santa Lucia, Addo, Pilanesberg, Parco del Capo. Grande la possibilità di vedere bufali, leoni, leopardi, ghepardi, iene, zebre, giraffe e una moltitudine di antilopi e grande la varietà di paesaggi: savane e foreste di eucalipti, montagne e canyon, fiumi e cascate. Il Sudafrica è considerato da molti come il paradiso del whale watching, ossia dell'osservazione delle balene nel loro ambiente naturale: da Cape Town a Durban transitano infatti ben 37 specie di balene e delfini.

Il viaggio è anche un percorso nella cultura multietnica che adesso convive in pace e nel reciproco rispetto, con l'incontro di popoli Boscimani, antichi abitatori del Paese o i fieri Zulu e Xhosa. Il Sudafrica gode di un clima eccellente. Essendo situato nell'emisfero sud, le stagioni sono invertite rispetto alle nostre (l'inverno va da giugno a settembre mentre l'estate va da dicembre a marzo) ed è pertanto una destinazione perfetta se si vuole sfuggire ai rigori dell'inverno europeo. Primavera e autunno sono i periodi migliori per frequentare le spiagge (costa del Natal). Da novembre a febbraio (estate australe) le piogge sono abbondanti, ma cadono soprattutto a fine giornata.

Per entrare in Sudafrica i viaggiatori col passaporto europeo non hanno bisogno del visto: all'ingresso nel Paese viene rilasciato un permesso di soggiorno temporaneo. Il passaporto deve essere valido per i 30 giorni successivi alla data di entrata (ma è consigliabile che la validità residua sia almeno di 4 mesi) e deve contenere 2 pagine libere. I turisti devono essere in possesso del biglietto aereo di ritorno.

Noi di Jolly Animation Travel proponiamo un tour di 10 giorni e 7 notti, un viaggio che tocca i grandi simboli del paese: 3 notti a Città del Capo la più bella città del Sudafrica, 2 notti nella spettacolare regione di Mpumalanga e 2 notti in una riserva privata all'interno del Parco Kruger per effettuare emozionanti safari fotografici. E in più l’occasione di assistere ad una partita della fase finale dei mondiali di calcio che si chiuderanno l’11 luglio (pacchetti completi a partire da 2.400 €): si consiglia il tricolore nella valigia nella speranza di vivere altri notti magiche.

 

* agente di viaggio JAT www.jollyanimationtravel.it Via Margotta, 13 - Salerno

 

 

 Sharm el Sheikh, un’estate lunga 12 mesi.

 

di Anita Malangone* (pubblicato sul quotidiano il Nuovo Salernitano il 17 giugno 2010)

 

Vicino all'Italia, ma con un clima invidiabile tutto l'anno, con un mare cristallino e ricchissimo di vita, il Mar Rosso è un vero paradiso per i subacquei e per tutti i turisti che amano divertirsi sia di giorno sia di notte. Se non si vuole spendere molto (dai 650€ a persona volo A/R e soggiorno all inclusive nel mese di luglio, anche poco più di 300€ in bassa stagione), ma godersi un clima tropicale e un mare ricco di flora e fauna, regalarsi una vacanza a Sharm El Sheikh è la soluzione migliore.
Oggi Sharm di turistico conserva solo il nome, poiché la Sharm nuova, meglio conosciuta come Naama Bay è diventata il vero centro ricreativo e turistico della zona, dove si concentrano centinaia di alberghi di tutte le categorie. Ci sono negozi e locali per tutte le esigenze e non mancano centri commerciali e attrazioni per il divertimento.

Se non si vuole spendere molto, ma godersi un clima tropicale e un mare ricco di flora e fauna, regalarsi una vacanza a Sharm El Sheikh è la soluzione migliore. Situata sulla punta meridionale della penisola del Sinai, è diventata famosa per il suo splendido mare fin da primi anni ’70. Già all’epoca, gli israeliani, che occuparono la penisola egiziana, capirono subito l’importanza, oltre che strategica, anche turistica della zona. Il mare è l’oro di Sharm, in quanto, dopo la barriera corallina australiana, è quello con il più alto numero di specie animali marine: è come nuotare in un grande acquario, abitato da pesci di infiniti colori!

Come già detto, di solito gli alberghi e i villaggi turistici sono costruiti su posizione strategiche, cioè davanti a scorci di barriera corallina di un certo interesse. Maschera, boccaglio e pinne, quindi, sono da aggiungere ai bagagli, anche se sulla spiaggia o in hotel trovate chi affitta le attrezzature per fare snorkeling.
Per chi vuole provare l’ebbrezza delle immersione, il mar rosso è il luogo adatto, sia per i principianti che per i più esperti. I costi per il diving sono all’incirca gli stessi che si praticano in Italia, ma il mare di quelle parti è decisamente più spettacolare. La spiaggia è corallina, quindi non è finissima, ma abbastanza granulosa, per cui si consigliano delle scarpe di gomma. Una volta in loco, si potranno effettuare varie escursioni, tipo la cammellata o la motorata nel deserto, la visita al parco nazionale di Ras Mohammed, l’uscita in barca all’isola di Tiran, il bagno al lago salato, la cena beduina, l’ascesa al Monte Sinai, le piramidi di Giza, Luxor e molte altre. Il nostro consiglio è di provarle tutte!

 

*agente di viaggio JAT

via Margotta, 13 – Salerno

www.jollyanimationtravel.it

 

Grecia, a spasso per Santorini

di Enrico Cuffaro*

Si dice che i tramonti a Santorini siano i più belli del mondo. Forse perché è nata dall’esplosione di un vulcano o forse perché trascina dietro di sé il mito della misteriosa Atlantide. Indiscutibile è la sua incomparabile bellezza, esaltata da un mare di un blu quasi irreale e racchiusa in poco meno di 18 km di lunghezza e 6 di larghezza. Santorini è la meta ideale per tutti: dalle coppie in cerca di relax, ai giovani che amano il divertimento. A luglio e agosto fa  molto caldo, ma l'isola greca è costantemente accarezzata dal vento, al punto da rendere il clima dolce e sopportabile. Per la sua superficie poco estesa il migliore mezzo per spostarsi è lo scooter. Ci sono punti di noleggio disseminati su tutta l’isola, ma anche un’efficientissima rete di autobus. Santorini offre diverse tipologie di alloggi per tutti gi gusti e possibilità:  alberghi, pensioni, ostelli, appartamenti, camere in affitto e ville.  

La cucina è ottima e di chiara influenza turca. E' una cucina plurisecolare che primeggia sia in tradizione che in qualità. Il souvlaki è sicuramente il piatto più famoso, mangiato come "pita" (sorta di piadina) assieme alle varie salse, tra cui la tzatziki, fatta con cetrioli, aglio e yogurt. Il piatto ideale, soprattutto a pranzo, è l’insalata ricca di cipolle, da abbinare ai formaggi come feta, kasseri, manouri o il rinomato yaourti (il famoso yogurt greco). Naturalmente il pesce è ottimo e freschissimo, innaffiato da un buon vino bianco come il Retsina, secco e dall’aroma fruttato, meglio ancora se ci si trova nelle  tipiche taverne o sulle  terrazze affacciate sul mare, sospesi tra cielo e terra.

Le spiagge più famose sono Kamari e Perissa nella costa orientale dell’isola. A nord, verso la città di Oia, una delle località più gettonate, sorge la caratteristica Columbos e la spiaggetta rocciosa di “Red beach”. Le tipiche costruzioni in stile mediterraneo, il bianco e il blu  delle case rendono piacevole la passeggiata tra i vicoli, le scalinate, i caratteristici negozietti, e le chiesette dalle cupole turchine del capoluogo Fira. Al tramonto la città  si anima di gente e il sonnolente silenzio della calda giornata cede il passo alle luci della sera, alle variopinte e caotiche bancarelle, alla musica dei locali e al rumoroso e allegro chiacchiericcio dei turisti in attesa di vivere la magica notte di Santorini, la regina indiscussa dell’Egeo. Per luglio volo A/R più hotel o appartamento a meno di 600€ a persona per settimana.

 

*agente di viaggio JAT

via Margotta, 13 – Salerno

www.jollyanimationtravel.it

 

Capo Verde, ecco i tropici d’Africa

di Angelica Cetra*

Dune di spiaggia bianchissima mosse dal vento e lambite dal verde di una natura ancora incontaminata che si fonde con il blu dell’Oceano Atlantico: un sogno tropicale, a soli 5 ore di volo dall’Italia. L’arcipelago di Capo Verde è una meta ancora tutta ad scoprire. Dieci isole di origine vulcanica disposte a semicerchio ognuna diversa dall’altra, ciascuna con una storia  da raccontare, ciascuna con qualcosa da offrire.  Una cucina ricca e gustosa , rigorosamente preparata   con pesce appena pescato (da non perdere le conchiglie di “buzio”, la “cachupa”, il piatto nazionale a base di mais e cereali, ma soprattutto il carpaccio di tonno o peixe-serra), musiche e ritmi di incredibile fascino (Cesaria Evora ne è l’esempio  eccellente) e uno standard sanitario di buon livello sono le altre dotazioni di una destinazione destinata a diventare tra le mete più gettonate per gli amanti dell'estate tutto l'anno.

Per il turista del “tutto compreso”  Sal offre alloggio in resort attrezzati e divertimento e,  sebbene sia una delle isole più piccole di Capo Verde,  è la più famosa dell’arcipelago sia per la sua spettacolare spiaggia con un  mare azzurro limpidissimo sia per  la presenza dell’aeroporto. E’ il posto migliore per gli sport acquatici, le partite di beach volley e il windsurf.

L'Isola di Boa Vista è definita uno degli ultimi paradisi terrestri, luogo dell'incontro tra due  giganti: il deserto e l'oceano. Ciò che la rende suggestiva agli occhi dei  visitatori sono le sue dune di sabbia bianchissima che si rincorrono immacolate per chilometri, creando un affascinante paesaggio desertico circondato dal blu cobalto del suo oceano.  I colori e le sfumature del sole all’alba e al tramonto sulle  sabbia, calpestata soltanto da un granchio solitario o da una tartaruga “caretta caretta”,  lasciano un ricordo indelebile.  La piccola adorabile isola di Sao Vicente è il posto ideale per una vacanza relax di giorno e divertimento di notte.  Qui  gli alloggi sono modesti ed essenziali ma il  paesaggio e l’ospitalità della gente del luogo sono da 5 stelle. La graziosa città portuale di Mindelo è infatti il centro più vivace e cosmopolita di Capo Verde, una piccola perla old style con  bellissime costruzioni in stile coloniale. La notte è magica, colorata da mille luci, la gente si ritrova tutta nella “praza” e passa di bar in bar, tra un grogue e una caipirinha, ascoltando la musica che in questa città non si ferma mai: la si sente nei locali, per la strada uscire dalla casette dei locals ai concerti dal vivo e nelle discoteche fino all’alba.

 

*agente di viaggio JAT

via Margotta, 13 – Salerno

www.jollyanimationtravel.it

 

La Calabria, scrigno di bellezze naturali tra due mari

a cura di Anita Malangone*

 

Un territorio aspro e selvaggio racchiuso tra le limpide acque dello Ionio, da un lato, e del Tirreno, dall’altro. Parliamo della Calabria. In estate apre le porte di ogni angolo e litorale, tra rocce a picco sul mare e dune bianche di spiaggia finissima, con offerte di viaggio pensate per tutti, dai giovani alle famiglie, in formula hotel o residence, da 2 a 5 stelle, bimbi gratis e pacchetti vantaggiosi,  per una vacanza dove la natura si alterna ad antiche forme di civiltà in  luoghi abbandonati, chiese, monasteri, castelli, palazzi, e luoghi dove sopravvivono secolari etnie, dialetti, tradizioni, arte, gastronomia, folklore in suggestivi borghi ancorati al passato. Capitale delle vacanze estive è Tropea, un paese romantico con un centro storico come cuore pulsante, dove ci si può ritrovare la sera per un gelato o una passeggiata fra le innumerevoli viuzze cariche di storia e arte, di bancarelle, ristoranti e negozi di artigianato locale. Un gioiello incastonato su una roccia di tufo che si affaccia su acque limpide che lambiscono spiagge di sabbia bianca finissima: il paradiso tropicale della Costa degli Dei.  Bellissimi monumenti da visitare e tesori da scoprire, come i “Borghi fuori le porte” che conservano intatta la primitiva bellezza dei primi centri urbani.  Sull’altra costa,  quella jonica, è l’isola (e riserva naturale) di Capo Rizzuto a farla da padrona.  Il suo capoluogo, Crotone può vantarsi di essere stato  la culla della Magna Grecia, le cui tracce si possono scorgere e ammirare ovunque. La riviera crotonese, per cui consigliamo l’attrezzatissimo villaggio Porto Kaleo per abbinare relax e divertimento, è costellata da piccole località lambite da spiagge di sabbia bianchissima, incontaminata e da un mare cristallino e limpido, e profuma di bergamotto e peperoncino. In quasi tutti i piatti della gastronomia calabrese troverete  il gusto dolce e delicato della tipica "Cipolla rossa di Tropea", conosciuta in tutto il mondo per le sue qualità nutrizionali e terapeutiche e del peperoncino, rosso e forte.  Soppressata ed il capicollo (Suppizzata e Capocollo) vengono utilizzati come prologo del pasto, insieme alla 'Nduja, tipica crema di salame e peperoncino, che si apre con un trionfo di prelibatezze del mare,  tonno, pesce spada, bianchetti (Jancumangiari), arricchito  dalle tipiche freselle con olio extra vergine locale e pomodori maturati al sole, la parmigiana di zucchine, melanzane e patate di origine greca, e innaffiato da un ottima varietà di vini, e liquori digestivi al bergamotto e alla liquirizia, “contorno ideale” per un turismo d’eccellenza in un territorio eccellente.

 

*agente di viaggio JAT

via Margotta 13, Salerno

www.jollyanimationtravel.it

 

Contro la crisi la soluzione è la formula residence

*a cura di Enrico Cuffaro

La sistemazione in formula-residence  permette di  coniugare il massimo relax ad esigenze di libertà e privacy.  Le strutture turistiche che offrono questo tipo di sistemazione sono dotate di appartamenti da 2 a più posti letto, con soggiorno, angolo cottura, divanoletto, camera da letto e bagno, e il necessario per cucinare e riordinare. A differenza delle case estive in fitto gli appartamenti in residence offrono tutti i servizi e i comfort di un villaggio turistico. Uno dei vantaggi della formula residence è senza dubbio  il risparmio. Di certo esistono  residence anche più costosi dell’hotel, ma mentre i prezzi degli alberghi sono sempre molto livellati, quelli degli appartamenti possono variare anche di tanto,  e grazie alla consulenza di un agente di viaggio attento e scrupoloso si possono trovare soluzioni convenienti. Convenienza che è tanto maggiore quante più persone partecipano alla vacanza, due coppie di amici o due famiglie che condividono l’appartamento avranno un grosso risparmio. La nostra esperienza ci porta a ritenere che un residence garantisce uno standard di qualità della vacanza piuttosto elevato per vari motivi. Primo tra tutti, la libertà di non avere orari, per colazione, pranzo  e cena in hotel,  insieme all’obbligo di dover essere sempre vestiti e presentabili, anche se di ritorno dal mare. Certo la varietà del buffet è più seducente, ma le attese, soprattutto a ferragosto, sono snervanti, per non parlare delle file “piatto alla mano” nei villaggi.  In secondo luogo, l’appartamento offre sicuramente maggiore spazio, e quindi  maggiore agio, rispetto ad una camera d’albergo. Spesso è dotato di giardino o di terrazzo,  e di ampi spazi living che permettono di  stare sicuramente più comodi  quando il soggiorno supera la durata di un weekend. Inoltre, da alcuni anni anche le strutture residence si sono organizzate per offrire uno standard di servizi pari a quello degli hotel,  piscina, area fitness, SPA, animazione e la possibilità di scegliere, per chi non rinuncia al totale relax, anche la formula hotel, laddove previsto, e cioè con  consumo di pasti al ristorante e pulizia giornaliera. E’ proprio in queste strutture che vi consigliamo di soggiornare per avere un buon livello di servizi. Un nome su tutti? il Villaggio Residence dei Turchesi. E’ una bellissima struttura del versante ionico (Castellaneta Marina (TA)) che dispone di servizi ad hoc per la formula residence (perfino la lavastoviglie in cucina) e per il divertimento a prezzi davvero sensazionali.

Malta... meraviglia nel cuore del mediterraneo.

 

* a cura di Anita Malangone

 

Malta si trova nel cuore del mediterraneo, è un arcipelago formato da un insieme di piccole isole rocciose. Chi decide di recarsi a Malta, avrà la possibilità di spaziare tra arte, storia e natura, lasciandosi catturare da misteri e leggende legate all’Ordine dei Cavalieri di San Giovanni, della cui storia è impregnato ogni angolo delle città maltesi.
Fra le città più belle da vedere meritano sicuramente una visita Valletta, Mdina, e Victoria, quest’ultima sull’isola di Gozo.
Valletta è un autentico gioiello, l’intera città è un vero e proprio monumento. Al di là delle visite ai vari palazzi storici, è bello perdersi tra le sue viuzze del centro storico all’interno della cinta muraria e da non tralasciare un giro sulle sue fortificazioni per godersi la favolosa vista del Grand Harbour, la baia di fronte a Valletta.

Mdina è una piccolissima città, anch’essa fortificata e si trova al centro dell’isola: è chiamata anche “la città silenziosa”. Costruita interamente in pietra locale di colore ocra, assolutamente senza traffico e con dei piccoli vicoli dove visitare cattedrali e palazzi d’altri tempi. Anche Victoria è una cittadella fortificata, posta su un colle; basta mezz’ora per percorrerne il perimetro a piedi.
Per chi ama le passeggiate “con vista”, i punti panoramici più belli sono la scogliera di Dingli Cliff a Malta e Ta’ Cenc a Gozo.
Il mare è stupendo quasi ovunque; per lo più di costa rocciosa, ma esistono spiagge sabbiose sempre ben frequentate, ci sono poi tantissime calette, baie e insenature dalle sfumature color smeraldo e acqua cristallina disseminate un po’ ovunque, sia su Malta che sulle altre isole dell’arcipelago. Da non perdere: una visita alla meravigliosa Anchor Bay con il Popeye Village e per i più romantici da non perdere l’escursione in barca alla Laguna Blu di Comino. Resta da segnalare, l’ottima cucina maltese, sintesi armoniosa ed equilibrata tra cucina siciliana, turca, nordafricana e mediterranea. A questo punto non resta che organizzare un soggiorno sull’isola, facilmente raggiungibile o con comodi voli giornalieri, o via mare con traghetti e catamarani. Il nostro consiglio è quello di acquistare pacchetti vacanza “volo a/r + 7 notti in hotel + trasferimenti aeroporto/hotel, con prezzi medi che oscillano tra i 400/500 a persona in base alla stagionalità.

 

*agente di viaggio JAT

via Margotta, 13 – Salerno

www.jollyanimationtravel.it  

 

Obiettivo vacanze ai Caraibi, ecco tutte le dritte per affrontare il jet lag

di Antonella D ’ Aponte*

 

 

Se qui da noi  l ’ autunno ha fatto ormai timidamente capolino, ai tropici il caldo è alle porte e gli ultimi uragani cedono il posto a sole e cieli limpidi. Quindi è il momento di programmare una vacanza ai Caraibi, per godersi un ’ altra estate in pieno inverno.  Una delle cose che maggiormente scoraggia è il pensiero di un volo lungo diverse ore e un conseguente sfasamento dovuto al famigerato jet lag,  o malessere da fuso orario.

Infatti chi ha viaggiato superando almeno quattro ore di fuso orario sa bene che si possono avere disturbi del sonno, dell ’ appetito e dell ’ attenzione. Disturbi che accompagnati da una certa stanchezza fisica, aumentano man mano che aumentano i fusi orari. Infatti chi supera, viaggiando, nove fusi orari smaltirà i sintomi del jet lag in cinque giorni circa. In generale il nostro corpo si adatta meglio se la rotta è verso Ovest  piuttosto che verso Est, perché, per il nostro organismo, è più facile allungare i ritmi che accorciarli. Il segreto è la luce: quando si va verso ovest bisogna cercare di rimanere svegli finché è giorno e andare a dormire quando fa buio; andando verso est è consigliabile evitare al mattino una luce troppo forte e cercare di rimanere all ’ aperto il più possibile nel pomeriggio.  In teoria, si recuperano circa 90 minuti al giorno verso ovest e 60 verso est. In realtà i sintomi del jet lag variano da persona  a persona. Il nostro consiglio, quindi, è quello di spostare, nei giorni precedenti la partenza,  gli orari dei pasti e del sonno di un paio d ’ ore, per meglio adattarsi al fuso orario del paese dove siete diretti. Ancora meglio,  è cercare di riposare durante le volo di ore.  Ma a meno che non si  viaggi in business class, dormire in aereo non è cosa facile. A volte potrebbe essere d ’ aiuto un farmaco naturale a base di melatonina, l ’ ormone del sonno, ma solo su consiglio medico. Se invece il sonno per voi non è un problema, tè e caffè presi in dosi controllate e ad intervalli di tempo possono aiutarvi a tenervi svegli durante il viaggio, in modo da dormire profondamente arrivati a destinazione, ma solo quando è ora di farlo. Non vi stancate già dal primo giorno ma pianificate un programma rilassante. Anche un preciso piano gastronomico può essere d'aiuto: pesce, uova e latte tengono svegli e attivi, mentre  pasta, riso e verdure hanno l'effetto contrario ed è meglio riservarli alla cena. Una leggera ginnastica dopo il volo rimette in moto la circolazione. Alcune compagnie aeree, addirittura,  regalano ai passeggeri con la sindrome da jet lag un programma benessere con massaggi e attività sportiva. Quindi, seguendo alcuni semplici accorgimenti,  il jet lag non vi toglierà il sonno!

*agente di viaggio JAT

via Margotta, 13 – Salerno

www.jollyanimationtravel.it

 

 

La luna di miele in un sogno americano

 Questa settimana Jolly Animation Travel ha pensato di proporre a tutte le coppie di futuri e prossimi sposi una delle mete più richieste ma meno scontate, per una luna di miele alla scoperta delle bellezze del mitico ovest americano. 

Sognando la California in questo giorno d ’ inverno (come  cantavano  i Mamas e Papas, ndr), ti riporta alla mente  gli scenari spettacolari dei leggendari film e telefilm americani, San Francisco, con le sue infinite salite e discese, la divina Los Angeles  o Las Vegas, con le sue luci e il tintinnio delle slot machine. 

Con un volo da Roma (diretto o con scalo a New York), l ’ American Wonders Tour che vi proponiamo, comincia proprio dalla capitale mondiale del cinema, per poi attraversare il Grand Canyon fino  a raggiungere la variopinta e vivace San Francisco. Il percorso tocca alcuni dei paesaggi più spettacolari degli Usa e si svolge interamente in pullman con guida in italiano, offrendo così la possibilità di visitare la California con comodi spostamenti, accompagnati e con un notevole risparmio economico.

Si parte da Los Angeles e si attraversa il deserto in direzione Arizona dove si trascorre la notte in hotel a Phoenix. Al mattino, dopo una visita al sito precolombiano di Montezuma Castle, il viaggio continua attraverso i mitici e spettacolari paesaggi tipici dei film western, fino al leggendario Grand Canyon. Il terzo giorno di tour è dedicato proprio all ’ inenarrabile bellezza della natura che dalla Monument Valley fino al Colorado River, offre scenari mozzafiato da immortalare in pixel e nella memoria. Il giorno successivo la meta è la caotica e trasgressiva Las Vegas, un gioiello di tecnologia e modernità costruita dal nulla in mezzo al deserto. Lasciato il Nevada, il tour continua fino al Parco Yosemite e le sue spettacolari cascate. Trascorsa la notte in hotel, come in ogni tappa del tour, il viaggio prosegue verso la Sierra Nevada, teatro della corsa all ’ oro nell ’ 800, per poi giungere a San Francisco per il pernottamento dopo una visita panoramica in pullman della città. La “ City by the Bay ” merita un ’ intera giornata per poter godere appieno di una città da cui, una volta messovi piede, non vorresti più ripartire.  Il decimo giorno, il viaggio si compie interamente lungo la 17-mile Drive, la favolosa strada che si estende lungo l ’ intera costa della California, passando attraverso Santa Maria, dove si pernotta, fino a Santa Barbara, per poi fare ritorno a L.A., la città degli angeli, come la chiamano gli americani. Il tour termina qui, ma voi continuate a sognare, siete in viaggio di nozze!

 

 

Luna di Miele in Thailandia

 Inizia da molto lontano la prima meta che Jolly Animation Travel suggerisce ai futuri sposi per un viaggio di nozze romantico, magico e, soprattutto indimenticabile. Con partenza da Roma, e dalle principali città italiane, la nostra destinazione è la Thailandia, per una fuga d ’ amore perfetta, tra spiagge bianchissime, tradizioni millenarie e la leggendaria ospitalità che solo il popolo thai può regalarvi. La magia ha inizio già in volo, perché la compagnia dell ’ Orchidea, la Thai, offre agli sposi una promozione davvero speciale, eccedenza bagaglio gratuita e dolce nuziale a bordo.

L ’ arrivo a Bangkok è previsto per le prime ore del mattino, quindi una volta effettuato il check-in in albergo, il nostro consiglio è di tuffarvi immediatamente nell ’ affascinante metropoli asiatica.

Quattro giorni e tre notti per godere a pieno dell ’ atmosfera da mille e una notte della “ città degli angeli ” , a cominciare dai tre Templi buddisti di Bangkok: quello con il Buddha d ’ oro, quello con il Buddha reclinato e il Tempio di Marmo, splendido esempio di architettura thai.  Il secondo giorno merita una visita, anche,  il Palazzo Reale, con la sua sala dell ’ incoronazione, le corti, il tempio del Buddha di Smeraldo. Il terzo giorno è da dedicare al tipico e pittoresco mercato galleggiante, con le caratteristiche barche (sampan) ormeggiate lungo gli argini del fiume l'una vicino all'altra, condotte quasi tutte da donne che indossano i tipici cappelli a paralume e le tuniche blu degli agricoltori, e offrono prodotti freschi quali frutta e verdura, spezie e bananine fritte.

Il quarto si inizia con la partenza da Bangkok verso il famoso Triangolo d ’ oro, dove il tempo scorre lento e sereno nelle antiche città di Chiang Mai alla scoperta di uno dei templi più sacri della Tahilandia e Chiang Rai per un giro in fuori strada attraverso i tipici villaggi asiatici. E poi dopo un tour tra templi e storia millenaria, tra la magia d ’ oriente e la cultura thai, non vi resta che rilassarvi una settimana per godere a pieno dello splendore delle incantevoli spiagge thailandesi. Il tempo migliore per Koh Samui, il paradiso del Siam, è da maggio a novembre un gioiello di inestimabile bellezza. Da novembre ad aprile, invece, Puket è la destinazione più amata dagli italiani, con le sue spiagge bianche e le baie profumate di ylang ylang, mentre Phi Phi  Island, scenografia indimenticabile del film The Beach, vanta tra le sue meraviglie le grotte rupestri a picco sul mare di grande suggestione. Un sogno realizzabile con un  budget contenuto, che si aggira tra i 4.000 e i 5.000 € circa a coppia e allora non ci resta che augurarvi buon viaggio, mela nini, come dicono i thailandesi.